Ho un rigurgito antifascista


“Distruggere la tomba di Mussolini”, proposta dal sindaco di Pistoia

La tombaUn interessante articolo apparso lunedì su La Scintilla riguardante la proposta del sindaco Pistoiese di seguire l’esempio della Germania (che pochi giorni fa ha riesumato, bruciato e disperso le cenerei del gerarca nazista Rudolf Hesse) di distruggere la tomba di Benito Mussolini.

Link: http://www.lascintillaonline.org/index.php?option=com_content&view=article&id=227:qdistruggere-la-tomba-di-mussoliniq-proposta-dal-sindaco-di-pisa&catid=1:in-citta&Itemid=2

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Foto, Idee, News e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Ho un rigurgito antifascista

  1. snowdog ha detto:

    Mah, temo che il distruggere la tomba voglia siginificare un averne ancora paura, per cui puo’ sembrare un atto di debolezza. Detto questo mi schifa e mi urta oltremodo il mercatino che c’e’ intorno e tutte le manifestazioni di contorno alla tomba del puzzone.

  2. Chagall ha detto:

    Concordo con snowdog, cercare di cancellare il passato è il modo più veloce per ricommettere gli stessi errori.

  3. madpack ha detto:

    E’ sempre difficile argomentare su tali tematiche. Indubbiamente il “problema” non è tanto la pietra, ma l’utilizzo che se ne fa. Ma come massacrando di botte un anarchico (e uccidendolo) non si cancella la memoria delle sue idee, ciò avviene per qualsiasi altro personaggio/ideale che ha solleticato le menti delle persone.
    Si rischia di finire sullo stesso piano di aguzzini feroci e criminali storici…
    tuttavia alcune cose andrebbero riviste, in merito all’ordine pubblico ed anche per quanto riguarda il merchadising, tuttavia, penso ancora, la libertà deve esserci in tutte le direzioni, altrimenti muore anche nelle cose libere…

    Non mi ricordo chi lo diceva (e direi che riassume tutte le posizioni possibili…)

    “Odio quello che dici, ma lotterò affinché tu lo possa dire”

    non è precisa questa frase, dev’essere di una scrittrice dei primi del ‘900..

    Detto questo è ovvio che il “rigurgito antifascista” resta..

    • audiofit ha detto:

      sono completamente d’accordo, tenendo però presente che, giustamente, la Costituzione italiana dice che l'”apologia di fascismo” è un reato, quindi lo stato, comunque tutelando la libertà in tutte le sue forme, dovrebbe intervenire per limitare le manifestazioni di difesa e incitamento al fascismo che invece proliferano indisturbate

  4. rollopack ha detto:

    Da: http://it.wikiquote.org/wiki/Voltaire

    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo.

    I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it.

    Tale citazione, anche in altre formulazioni, viene solitamente attribuita a Voltaire, ma trova in realtà riscontro soltanto in un testo della scrittrice americana Evelyn Beatrice Hall, scrittrice conosciuta sotto lo pseudonimo di Stephen G. Tallentyre, in The Friends of Voltaire, biografia del filosofo del 1906.

  5. madpack ha detto:

    Esatto, mi pareva di ricordare, ma non ricordavo il nome di codesta signorina..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...